Tassi interesse sui mutui, come e cosa scegliere in fase di preventivo?

Il costo totale del finanziamento sulla casa e i tassi di interesse sui mutui, possono essere condizionati da diversi fattori tra cui il Tan e il Taeg. Ecco perchè risulta fondamentale scegliere bene tali fattori già nella fase di preventivo.

I tassi di interesse sono i principali elementi da controllare in fase di preventivo e dal quale scaturisce il costo totale del finanziamento sulla casa. Di conseguenza, un controllo già in fase di preventivo delle condizioni applicate dalla propria banca alla stipula del mutuo, diventa un momento essenziale e determinante per stabilire anche delle condizioni più convenienti.

Tan,Taeg e spread, ecco le principali voci che influenzano i tassi di interesse sui mutui

Innanzitutto, è da valutare in fase di preventivo del mutuo, quanto la propria banca di riferimento applica contrattualmente rispetto a due voci molto importanti come Tan e Taeg. Il Tan, è il tasso annuo nominale utilizzato dalle banche per definire gli interessi dovuti su un finanziamento in base alla cifra richiesta e alla relativa durata. Mentre il Taeg, è il tasso annuo effettivo globale utilizzato per definire il costo totale del finanziamento sulla casa, compresi gli oneri dovuti come spese di istruttoria o per la gestione della pratica di finanziamento da parte della stessa banca. Presenta tra i suoi punti di forza, quello di poter essere facilmente calcolato rispetto alla spesa annuale dovuta per il mutuo, in virtù della percentuale stabilita in fase di preventivo e poi formalizzata con il contratto di finanziamento. Inoltre, è una voce che permette anche un più facile confronto tra più mutui e per la scelta finale di quale preventivo confermare.

Tassi di interesse, ecco cosa valutare in fase di preventivo.

Altra voce molto importante che determina il costo finale del mutuo e da valutare già in fase di preventivo, è lo spread, ossia una maggiorazione percentuale applicata dalla banca oltre ai tassi di interesse, e che, comporta il guadagno puro per le stesse alla concessione del finanziamento sulla casa. In tale fase, tra l'altro, è importante anche controllare, che non siano presenti in fase contrattuale delle clausole che possano prevedere la modifica dello spread nel corso del mutuo.

Come e cosa scegliere in fase di preventivo del mutuo

E' quindi importante valutare in fase di preventivo tutte le principali condizioni applicate dalla banca su un mutuo e in riferimento soprattutto a tre fattori come:

  • Tan e Taeg applicati come costo totale del finanziamento sulla casa. La verifica, deve riguardare soprattutto una conformità dei suddetti tassi a quanto applicato in media dai principali istituti bancari.
  • Spread, ossia la maggiorazione applicata oltre i tassi di interesse su un mutuo e dove anche in questo caso, è importante verificare una conformità dello stesso a quanto applicato in media dai principali istituti bancari.
  • Convenienza dell'offerta della propria banca rispetto alla tipologia di mutuo in un confronto tra tasso fisso e variabile. Il tasso fisso, infatti, è molto più alto di quello variabile ma resta uguale per tutta la durata del finanziamento e ha tra i suoi vantaggi quello di poter definire già all'inizio del mutuo il costo totale del finanziamento e la ripartizione delle rate nel tempo. Il tasso variabile, invece, è in genere più basso nella fase iniziale e può convenire laddove ci siano delle condizioni di mercato più favorevoli rispetto al tasso fisso.

Il tasso di interesse applicato e le condizioni stabilite in preventivo, inoltre, possono essere anche cambiate in un secondo momento mediante l'attuazione di una surroga del mutuo. In questo caso, infatti, è possibile chiedere dei preventivi online alle banche e confrontare le diverse condizioni applicate rispetto al proprio contratto principale e chiederne nel caso la sostituzione, ottenendo il più delle volte, l'applicazione di tassi di interesse più convenienti.

Articolo letto 172 volte

Iolanda Piccirillo

La Guida - articoli principali

(Clicca sulla freccia per espandere più articoli)