Mutuo Bancoposta, 4 tassi di interesse da scegliere

Questa soluzione di finanziamento si differenzia da tutti gli altri tipi di mutuo perché permette al soggetto richiedente di scegliere quale tasso di interesse applicare alle rate. Scopriamo insieme i dettagli.

Il Mutuo Banco Posta è una delle soluzioni più note sul mercato per ottenere un finanziamento finalizzato all'acquisto sia della prima che delle seconda casa. Poste Italiane propone una formula capace di garantire al soggetto richiedente la possibilità di scelta tra il tasso di interesse applicato alle rate affinché ognuno possa trovare la giusta soluzione in base alle proprie esigenze economiche e al bilancio familiare.

Il Mutuo BancoPosta è un finanziamento a medio/lungo termine per l'acquisto, la ristrutturazione di un immobile ad uso abitativo

Mutuo Banco Posta: ecco come scegliere tra 4 tassi di interesse

Al momento della stipula del contratto, il futuro mutuatario potrà scegliere tra i quattro tipi di tasso di interesse. L'obiettivo di Poste Italiane è poter soddisfare le esigenze di ogni cliente:

  1. mutuo a tasso di interesse fisso con rata di importo costante;
  2. mutuo a tasso di interesse variabile con rata in base all'andamento dei mercati;
  3. mutuo a tasso di interesse variabile BCE con rata in base al tasso della Banca Centrale Europea;
  4. mutuo a tasso di interesse misto con rata fissa e poi da rivedere ogni 2, 5 o 10 anni.

Il mutuo a tasso fisso dà la certezza di pagare sempre lo stesso importo per tutta la durata del contratto; il mutuo a tasso variabile permette di sfruttare l'andamento del mercato dei capitali in quanto in base alle oscillazioni finanziarie, cambierà anche la rata; il mutuo a tasso variabile Bce fa in modo che il soggetto richiedente possa avere una rata che cambia in base al tasso della Banca Centrale Europea e il mutuo a tasso misto consente di scegliere di partire con il tasso fisso o variabile e poi rivedere tale decisione ogni 2, 5 o 10 anni.

MUTUO BANCOPOSTACARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO
CAPITALE MASSIMO FINANZIABILE FINO AL 70% DEL VALORE DELL'IMMOBILE
FABBRICATI FINANZIABILI PRIMA E SECONDA CASA
PIANO DI AMMORTAMENTO DAI 10 AI 30 ANNI
SPREAD MUTUO A TASSO VARIABILE E MISTO 2,60%
SPREAD MUTUO A TASSO FISSO 2,60%
SPREAD MUTUO A TASSO VARIABILE BCE 3,90%
SPESE ISTRUTTORIA 300 EURO 
SPESE PERIZIA 300 EURO

Mutuo BancoPosta Acquisto: tabella tasso di interesse fisso

Se scegliamo il tasso di interesse fisso per il Mutuo BancoPosta di Poste Italiane, il piano di rimborso può avere una durata di 5,10,15,20, 25 o 30 anni. Esso è collegato al parametro Irs, ossia il tasso di interesse per i prestiti interbancari a lungo termine.

I tassi sono riferiti al mese di marzo 2015.

Mutuo BancoPosta Acquisto a tasso fisso
DURATA PARAMETRO SPREAD TASSO RATA CALCOLATA SU UN MUTUO DI 1.000 EURO
10 ANNI IRS 10 ANNI 2,60% 3,926% 9,79 EURO
15 ANNI IRS 15 ANNI 2,60% 3,570% 7,18 EURO
20 ANNI IRS 20 ANNI 2,60% 3,570% 5,91 EURO
25 ANNI IRS 25 ANNI 2,60% 3,795% 5,17 EURO
30 ANNI IRS 30 ANNI 2,60% 3,841% 4,68 EURO

Mutuo BancoPosta Acquisto: tabella tasso di interesse variabile Euribor

La durata del contratto può variare da 10 a 30 anni. Il mutuo è collegato al parametro Euribor 3 mesi 360 e presenta variazioni con cadenza trimestrale. La rata, così come illustrato sul sito Poste Italiane, viene ricalcolata in maniera automatica il 1º gennaio, il 1º aprile, il 1º luglio e il 1º ottobre di ogni anno.

I tassi sono riferiti al mese di marzo 2015.

Mutuo BancoPosta Acquisto a tasso variabile Euribor
DURATA PARAMETRO SPREAD TASSO RATA CALCOLATA SU UN MUTUO DI 1.000 EURO
10 ANNI EURIBOR 3 MESI 360 2,60% 2,639% 9,49 EURO
15 ANNI EURIBOR 3 MESI 360 2,60% 2,639% 6,73 EURO
20 ANNI EURIBOR 3 MESI 360 2,60% 2,639% 5,37 EURO
25 ANNI EURIBOR 3 MESI 360 2,60% 2,639% 4,56 EURO
30 ANNI EURIBOR 3 MESI 360 2,60% 2,639% 4,02 EURO

Mutuo BancoPosta Acquisto: tabella tasso di interesse variabile Bce

Il contratto può durare da 10 a 30 anni ed è collegato al tasso di rifinanziamento principale della Banca Centrale Europea. Il calcolo del parametro avviene l'ultimo giorno lavorativo di ogni mese e viene applicato dal primo giorno del mese successivo. I tassi sono riferiti al mese di marzo e la rata è calcolata su un mutuo di 1.000 euro.

Mutuo BancoPosta Acquisto a tasso variabile Bce
DURATA PARAMETRO SPREAD TASSO RATA CALCOLATA SU UN MUTUO DI 1.000 EURO
10 ANNI TASSO BCE 3,90% 3,950% 10,10 EURO
15 ANNI TASSO BCE 3,90% 3,950% 7,37 EURO
20 ANNI TASSO BCE 3,90% 3,950% 6,03 EURO
25 ANNI TASSO BCE 3,90% 3,950% 5,25 EURO
30 ANNI TASSO BCE 3,90% 3,950% 4,75 EURO

Mutuo Banco Posta Acquisto, tasso misto: ecco come funziona

La scelta del mutuo misto, con tasso fisso o variabile, dipende dal cliente e varia per un periodo di 2, 5 o 10 anni. Si tratta di una formula che permette di gestire in maniera più flessibile il finanziamento, consentendo ad esempio di partire con tasso fisso o con il variabile e poi apportare modifiche dopo un certo periodo. In base alle condizioni di mercato di quel momento il soggetto può scegliere quale tasso è più conveniente tra quello fisso e variabile.

Mutuo BancoPosta Acquisto, quale tasso di interesse dobbiamo scegliere?

Prima di tutto bisogna conoscere le differenze tra i vari tassi di interesse che si possono applicare alla rata. Il tasso di interesse fisso ci offre una maggiore sicurezza per la sostenibilità del pagamento poiché noi conosciamo l'importo da pagare mensilmente sin dal principio quando sottoscriviamo il contratto. Diversa, invece, la situazione del mutuo con tasso di interesse variabile perché in base alle oscillazioni di mercato, la rata potrebbe diventare anche insostenibile così come, però, presentare una riduzione dell'importo. Dunque forti rialzi, così come ribassi! Chi sceglie questa formula non teme il rischio e soprattutto vanta una situazione economica solida tale da poter affrontare un importo più alto delle rate. Nel caso del mutuo con tasso misto bisogna essere coscienti che vantaggi e svantaggi sono alternativamente quelli del tasso fisso o del tasso variabile. Il tasso misto è infatti consigliabile a chi al momento della firma del contratto preferisce non prendere ancora una decisione definitiva sul tipo di tasso da applicare. Il consiglio degli esperti è comunque quello di far riferimento sempre a persone competenti come magari i mediatori finanziari prima di effettuare questa importante scelta.

Mutuo BancoPosta Acquisto, a chi conviene? Chi può sceglierlo?

Questa tipologia di mutuo è utilizzata sia per l'acquisto della prima che della seconda abitazione. Il suo limite è quello del massimo capitale erogabile che arriva infatti fino al 70% del valore dell'appartamento. Chi non ha la liquidità necessaria non potrà optare per il MutuoBancoPosta. Per l'acquisto della seconda casa la formula finanziaria presenta costi più bassi e la possibilità di scegliere l'importo della rata in base alle oscillazioni di mercato.

Ricapitolando mentre le banche tradizionali offrono un capitale massimo dell'80% del valore dell'immobile, Poste Italiane con il suo mutuo garantisce solo il 70% del valore dell'appartamento.

Mutuo BancoPosta, quando costa? Valutiamo insieme la sua convenienza

Il Mutuo BancoPosta, così come ogni altro tipo di mutuo, annovera delle spese a cui dover far fronte. Per avere un quadro più preciso vi forniamo una tabella con tutte le voci spese del mutuo presenti:

SPESE MUTUO BANCOPOSTAIMPORTI
SPESE DI ISTRUTTORIA 300 EURO
PERIZIA DELL'IMMOBILE 300 EURO
ONERI NOTARILI VARIABILI
SPESE PER LA CERTIFICAZIONE INTERESSI ANNUALI 0 EURO/ DUPLICATO: 7,50 EURO
SPESE DI COMUNICAZIONE DICHIARAZIONE DI SUSSISTENZA DEL REDDITO 7,50 EURO

Articolo letto 7.025 volte

Dott.ssa Tiziana Casciaro

Mutui A Confronto - articoli principali

(Clicca sulla freccia per espandere più articoli)