Mutuo agrario agevolato

I finanziamenti agevolati diventano una risposta alle esigenze di chi ha necessità di avviare o migliorare la propria attività. Nel settore agricolo è possibile trovare diverse banche che offrono non solo dei piani specifici ma anche delle condizioni che ne facilitano l'accesso e ne abbattano i costi.

Soprattutto durante i periodi di crisi economica, quando diventa difficile poter acquistare dei beni o intraprendere un'attività,  i finanziamenti agevolati diventano una risposta alle difficoltà e quindi la forma di prestito più impiegata. Quando si parla di "agevolazioni"  si fa riferimento ad una tipologia di finanziamenti varia ed ampia. Sono previste, infatti, diverse caratteristiche come ad esempio le condizioni economiche applicate (principali o accessorie) o le condizioni di accesso. In alcuni casi si favoriscono gli investimenti attraverso agevolazioni sia sui tassi di interesse sia sulle condizioni di accesso.
In questi casi vengono previsti ad esempio tassi di interesse più bassi rispetto a quelli sul mercato.  Poiché i contributi a fondo perduto sono diventati rari, il finanziamento prevede la restituzione di tutte le somme prestate pagando soltanto parte deli interessi maturati secondo le percentuali disciplinate dal contratto stesso.

I finanziamenti agevolati servono a favorire gli investimenti nei diversi settori tra cui quello agricolo - Credit foto: McLac2000 su Pixabay


I privati, invece, hanno dei finanziamenti agevolati che presumono l'applicazione di tassi promozionali oppure l'esenzione dal pagamento dei costi accessori come le spese di istruttoria o quelle collegate all'erogazione del mutuo.

Sebbene agevolazioni economiche e di accesso sono applicate contemporaneamente, esistono dei casi in cui ciò non avviene. Vi sono, ad esempio, dei prestiti che permettono finanziamenti anche a coloro che non possono offrire delle garanzie (come il prestito d'onore per studenti) avvalendosi di tempi di sospensione dei pagamenti delle rate ma con l'applicazione di interessi onerosi per il pre-ammortamento finanziario.



Le agevolazioni previste sono erogate da diversi istituti di credito tra cui le banche - Credit foto: hostsh da Pixabay


 

Agevolazioni: chi le fornisce.

Se fino a qualche anno fa si doveva avere accesso ai fondi Statali o Regionali per ottenere dei finanziamenti, oggi sono le banche ad erogare le somme stanziate dalle Regioni. Si tratta di soldi provenienti dall'Unione Europea che vengono somministrati grazie a specifici accordi con le amministrazioni pubbliche locali  o con organismi preposti ad incentivare gli investimenti, come ad esempio la Bei. 

In genere sono rivolte a delle specifiche categorie, le quali vengono privilegiate rispetto ad altre come le donne, i giovani o comunque i soggetti propensi per un autoimpiego, data la loro situazione lavorativa particolare come ad esempio l'essere in mobilità.

Nel settore agricolo non è difficile trovare agevolazioni economiche e soluzioni varie - Credit foto : alohamalakhov da Pixabay


 

Il settore agricolo. Quali agevolazioni sono previste.

Tra i settori dove è possibile avere più scelta è quello agricolo, nel quale non è difficile trovare aiuti per l'acquisto di terreni agricoli o materiali, beni e attrezzature utili allo svolgimento dell'attività attraverso finanziamenti agevolati e mutui specifici. Naturalmente essi sono destinati ad imprenditori agricoli, coltivatori diretti e coloro che lo diventeranno entro un termine preciso come nel caso delle cosiddette Start up.

Possono essere erogati da enti, consorzi, organizzazioni di settore e banche anche con caratteristiche più locali. Le agevolazioni riguardano soprattutto tassi agevolati o condizioni di accesso più semplici. Questi mutui agrari agevolati sono studiati appositamente per facilitare l'accesso al credito, rispondendo alle diverse esigenze.

I soggetti operanti nel settore che hanno meno di quarant'anni possono usufruire di un piano di ammortamento fino a 30 anni contro i 20 anni standard.
Come per i mutui tradizionali, il mutuatario può scegliere tra diverse soluzioni, con una rata fissa o variabile, e servirsi di regimi di tasso particolari piuttosto contenuti.
Anche le garanzie richieste possono avere natura diversa: ipoteca, diritti sui prodotti finiti, diritti suo fondi, diritti sui beni acquistati, diritti sulle vendite future.

Naturalmente non tutte le banche prevedono mutui agrari e mutui agrari agevolati. Tra quelle che presentano delle proposte si possono citare la BNL (Banca Nazionale del Lavoro), Intesa San Paolo, Monte di Paschi di Siena, La Banca Carige.

Ci sono delle agevolazioni per le attività agricole.


Mutui agrari agevolati: alcuni esempi.

Tra gli Istituti di credito che hanno messo a disposizione negli anni diversi finanziamenti agevolati, vi è l'Unicredit. La banca in questione presentava il "Mutuo chirografario agrario agevolato per le imprese" sia a tasso fisso che variabile a sostegno appunto delle Imprese Agricole aventi sede nella provincia di Imperia. L'agevolazione era costituita da un contributo in conto interessi determinato dalla differenza tra l'ammontare delle rate calcolate al tasso di riferimento e l'ammontare delle rate a questo tasso di riferimento diminuito di 1,5 punti percentuali.
Sempre l'Unicredit ha erogato un mutuo per le micro, piccole e medie Imprese (PMI) con sede legale ed operativa in Veneto ammesse all'agevolazione risultante dalla valutazione effettuata da Veneto Sviluppo S.P.A (Società finanziaria della Regione Veneto), il cui finanziamento è destinato a sostegno dell'imprenditoria Regionale. La somma mutuata è stata messa a disposizione per una parte da Veneto Sviluppo S.P.A. ("Fondi Terzi") regolata a tasso zero e per un'altra parte dalla Banca ("Fondi Banca") regolata al tasso variabile (parametrato all'Euribor maggiorato di uno spread). Le percentuali della quota di "Fondi Terzi" e quota di "Fondi Banca" subivano variazioni in base al tipo di intervento agevolativo.  Naturalmente, nel caso il mutuatario non avesse rispettato le prescrizioni ed i vincoli definiti, l'agevolazione (cioè la quota "Fondi di Terzi") era revocata e la banca messa nella posizione di poter chiedere la risoluzione del contratto e la conseguente revoca del finanziamento.

Anche la Regione Abruzzo ha previsto alcune agevolazioni sui prestiti contratti dalle imprese al fine di migliorare le condizioni di accesso al credito da parte delle aziende agricole o zootecniche, che necessitano di acquistare mezzi e macchinari o di soddisfare diverse necessità aziendali. L'erogazione di contributi in conto di interessi sui finanziamenti a breve termine, prevista dalla regione, viene detratta dalla banca CariChieti dal tasso di riferimento applicabile ai prestiti agrari agevolati di conduzione, di meccanizzazione e di soccorso.  Le caratteristiche sono un tasso fisso agevolato, una durata massima di 12 mesi, un rimborso a scadenze convenute o in un'unica soluzione alla scadenza del finanziamento e zero commissioni per istruttoria e incasso.

Tutti i diritti sono riservati ai rispettivi autori

Articolo letto 2.416 volte

Dott.ssa Silvia Pasquariello

Mutui Agrari - articoli principali

(Clicca sulla freccia per espandere più articoli)