Mutui Inpdap 2017: Requisiti e modalità di presentazione delle domande

Per accedere ai mutui Inpdap 2017 è obbligatorio rispettare diversi requisiti e attenersi alle modalità di presentazione telematica delle domande richieste dell'ente.

Diversi sono i requisiti e le modalità di presentazione delle domande per un finanziamento sulla casa da parte dei dipendenti di una amministrazione pubblica e che possono essere consultati anche all'interno del sito istituzionale Inps, con informazioni sulle graduatorie promosse, sul regolamento mutuo e sulla guida telematica per una corretta presentazione delle domande. Ad esempio, possono essere applicati su tali finanziamenti dei tassi fissi del 2,95% o essere riconosciute cifre massime fino a 300.000 euro per l'acquisto della casa.

Requisiti e modalità di presentazione delle domande su un mutuo Inpdap 2017

I dipendenti di una amministrazione pubblica iscritti alla cassa previdenziale Inpdap (ora unita con l'Inps) possono accedere ad una linea di finanziamento agevolata rispetto ai prestiti personali (di durate tra i 12 ed i 48 mesi) e sui mutui ipotecari per l'acquisto della prima casa o per eseguire dei lavori di ristrutturazione. Per entrambe le tipologie di finanziamento, è obbligatorio, tuttavia, inviare una serie di documenti per definire gli importi massimi da erogare e con riferimento a tre specifici periodi:

  • Dal primo al 10 gennaio.
  • Dal primo al 10 maggio.
  • Dal primo al 10 settembre.
Quali condizioni agevolate per i mutui Inpdap 2016?

Tali documenti, possono essere inviati solo online con riferimento ai moduli disponibili sul sito istituzionale dell'Inps e nel caso di unico immobile posseduto dall'iscritto alla casa Inpdap (ora Inps). Le condizioni economiche applicate su un mutuo Inpdap, inoltre, sono molto convenienti e prevedono in particolare:

  • Una durata riconosciuta sul mutuo da un minimo di 10 anni ad un massimo di 30 anni.
  • Possibilità di richiedere l'applicazione di un tasso fisso sul mutuo pari al 2,95%.
  • Possibilità di ottenere un importo finanziabile fino a 300.000 euro per il mutuo destinato all'acquisto di un immobile proprio.
  • Importo massimo finanziabile fino a 150.000 euro (per l'esecuzione di lavori sull'immobile) e di 75.000 euro (per l'esecuzione di lavori o acquisto di box auto pertinenti all'immobile dell'iscritto alla cassa Inpdap-Inps).

Condizioni agevolate sui mutui Inpdap per il 2017

Per richiedere un mutuo Inpdap sulla prima casa, è necessario essere stati assunti da una amministrazione pubblica con un contratto a tempo indeterminato (o essere pensionati iscritti alla suddetta cassa) e presentare una domanda telematica (è l'unica modalità possibile) in uno dei tre periodi previsti dall'ente (1-10 gennaio, 1-10 maggio, 1-10 settembre). Inoltre per l'anno 2017, sono stati approvati i suddetti tassi agevolati per un mutui Inpdap:

  • Tasso fisso del 2,95%.
  • Tasso variabile sull'Euribor a 6 mesi (calcolato su un riferimento di 360 giorni) e maggiorazione di 200 punti base.

Rispetto alle modalità di rimborso (e che possono essere consultate anche sul sito internet istituzionale dell'Inps) il riferimento principale è la definizione di un piano di ammortamento per la ripartizione delle rate e il pagamento di queste ultime mediante Mav precompilati.

 Tabella riepilogativa su vantaggi e condizioni agevolate dei mutui Inpdap 2017.

Vantaggi Mutui Inpdap 2017

Condizioni agevolate sui mutui Inpdap 2017

Essere dipendenti o pensionati Inpdap-Inps Tasso fisso del 2,95%.
Presentazione della domanda telematica sul sito istituzionale dell'Inps. Tasso variabile sull'Euribor a 6 mesi.
Presenza di tassi di interesse agevolati. Importi finanziabile fino a 150.000 euro per i lavori di ristrutturazione.
Importi massimi finanziabili fino a 300.000 euro per l'acquisto di un immobile proprio. Importi finanziabili fino a 75.000 euro per l'acquisto o la costruzione di un box auto.

Articolo letto 435 volte

Iolanda Piccirillo

La Guida - articoli principali

(Clicca sulla freccia per espandere più articoli)