Mutui: in aumento le erogazioni ma cala l'importo

Le banche finanziano solo la metà del valore della casa. In ripresa i mutui prima casa.

Nel quadro di generale ripresa del mercato creditizio per la casa, cala però negli ultimi 6 mesi l'importo concesso. Gli italiani ricevono in prestito per l'acquisto di case il 3,8% in meno, esattamente quanto un anno fa. Lo rileva  l'Osservatorio sui mutui di Mutui.it Facile.it, che hanno analizzato le domande di mutuo e le relative erogazioni registrate  tra novembre 2015 e aprile 2016: i risultati rivelano una leggera frenata tanto negli importi erogati quanto nel loan to value.

Il finanziamento medio concesso è ammontato a circa 118.000 euro.

La banca finanzia solo metà casa

Se gli stipendi sono rimasti stabilii, le somme che si richiedono restano in linea con i propri livelli di reddito. Di conseguenza, il loan to value medio, vale a dire la percentuale erogata in rapporto al valore dell'immobile da comprare, è sceso al 53,5%, pur saldamente oltre la soglia "psicologica" del 50%, che solo un anno fa rappresentava un dato di fatto.

Nel corso del semestre considerato si è nuovamente allargata la forbice tra l'importo richiesto e quello concesso, prima quasi azzerata, arrivando al 4,6% (i livelli di un anno fa). Stabili sia l'età media del mutuatario (40 anni) sia la durata del mutuo erogato (21 anni).

Il 64,5% degli italiani interpellati continua a scegliere i mutui a tasso fisso, mentre il variabile raccoglie circa il 28% di tutte le domande (era il 32% sei mesi fa). Crescono mutui prima casa (finalità relativa al 39% delle erogazioni), anche se la metà delle richieste è rappresentata dalle surroghe (prima il 59% della torta)

Cresce il  mutuo prima casa

In ripresamutui prima casa, sia sul fronte della domanda che delle  concessioni dei finanziamenti da parte delle banche. Scende di poco, tuttavia, l'importo medio erogato (123.500 euro, contro i 125.000 euro delle ultime due rilevazioni) e si allarga il divario tra richiesta ed erogazione (che ora divergono del 5%). Più alto rispetto al loan to value generale, anche se comunque in calo, la percentuale finanziata: il LTV per la prima casa è del 62,2%.

Articolo letto 570 volte

Laura Candeloro

Notizie - articoli principali

(Clicca sulla freccia per espandere più articoli)