Mutui Europei, ecco gli ultimi dati sui paesi più convenienti

La Finlandia, è tra i paesi più convenienti sulle condizioni economiche applicate su un mutuo in Europa secondo le ultime stime della BCE. E l'Italia, come si pone in tale classifica?

Gli ultimi dati diffusi dalla Banca Centrale Europea mostrano una panoramica molto interessante rispetto alle condizioni applicate su un mutuo europeo sui tassi di interesse e dei paesi più convenienti a livello Europeo.

Mutui Europei, è la Finlandia il paese più conveniente secondo le ultime stime BCE

Una recente indagine condotta dalla Banca Centrale Europea, si è occupata di analizzare i paesi più convenienti sui mutui a livello Europeo, considerando uno dei dati più indicativi in tale direzione come i tassi di interesse. Dai risultati, è emerso che il paese più conveniente in Europa per migliori condizioni economiche, è la Finlandia, con una media di tassi di interesse applicati pari a 1,15%. Di poco superiori alla percentuale registrata in Finlandia, Germania e Austria, rispettivamente con tassi di interesse applicati sui mutui dell'1,73% e dell'1,87%. La media di tutti i paesi appartenenti alla zona Euro, è invece su percentuali dei tassi di interesse applicate attorno all'1,92%.

Quale risultato per l'Italia secondo le ultime stime BCE sui mutui Europei?

Rispetto ai risultati registrati sui mutui Europei e sui paesi più convenienti, l'Italia si attesta su una media di tassi di interessi superiori al 2%. Tuttavia, è l'Irlanda ad uscire con un risultato ancora più negativo rispetto ad un confronto su altri paesi Europei condotto dalla BCE e per percentuali medie applicate sui tassi di interesse pari al 3,24%.

La classifica sui mutui Europei più convenienti.

Ritornando al dato Italiano, è quindi emersa una media più alta rispetto a quella Europea e con tassi di interesse tipo del 2,51% contro una media europea di poco lontana dal 2%. Un differenziale, che comporta al termine del finanziamento sulla casa al pagamento di una maggiore cifra rispetto a quanto accade in altri paesi Europei e dove al momento è la Finlandia ad aggiudicarsi il titolo di paesi più convenienti per un mutuo in Europa (con tassi di interesse medi applicati pari a 1,15%). Cosa fare in questo contesto per ridurre i costi totali di un mutuo in Italia? Prestare attenzione soprattutto alle principali condizioni economiche inserite contrattualmente e confrontare laddove possibile online, le migliori offerte sui mutui.

Articolo letto 252 volte

Iolanda Piccirillo

Notizie - articoli principali

(Clicca sulla freccia per espandere più articoli)