Mutui e prestiti green, ecco cosa sono

Chi intende acquistare una casa ecologica, può usufruire di alcune agevolazioni. Gli istituti bancari promuovono sul mercato prestiti e mutui green. Scopriamo insieme quanto sono convenienti e dove richiederli.

Il concetto di eco-sostenibilità è ormai diventato un traguardo ambito da tanti. Per favorire la diffusione di questa cultura, più amica dell'ambiente, anche gli istituti bancari hanno deciso di offrire il proprio contributo, proponendo sul mercato mutui e prestiti a tassi favorevoli a chi decide di costruire o acquistare edifici che appartengono alla categoria di risparmio energetico o di comprare attrezzature e materiali come, ad esempio, i sistemi termoisolanti.

Il Mutuo Green è finalizzato esclusivamente ad una casa ecologica


Mutui green, cosa sono?

I principali istituti di credito offrono una serie di proposte rivolte a chi decide di acquistare una casa ecologica o di dedicarsi alla bioedilizia. Uno degli aspetti principali di tali finanziamenti erogati dall'istituto bancario è la presenza di tassi di interesse agevolati. La banca applica, infatti, spread più bassi rispetto a quelli presenti per i classici mutui per l'acquisto, la ristrutturazione e la costruzione di immobili. Lo spread non supera il 5% nei casi di mutuo per casa ecologica.

Un'altra importante caratteristica dei mutui green è data dall'obbligo di dover rispettare determinati parametri volti alla riduzione del consumo di energia e dunque a favorire un basso impatto ambientale. Come? Se decidiamo di acquistare o costruire una casa ecologica, sicuramente dobbiamo prendere in considerazione l'ipotesi di installare impianti solari e fotovoltaici; se invece vogliamo ristrutturare un'abitazione e renderla più eco-sostenibile, allora potremmo intervenire con l'isolamento termico o migliorando gli impianti di riscaldamento e quello elettrico.

Se scegliamo un mutuo per una casa ecologica, possiamo ottenere un finanziamento necessario fino alla copertura del 100% del costo degli interventi, ma solo fino all'80% dell'immobile.

Quanto è conveniente un mutuo green per le banche e per gli acquirenti?

Sia gli istituti di credito che erogano il capitale finalizzato all'acquisto, alla costruzione e alla ristrutturazione di case ecologiche, che i soggetti beneficiari del finanziamento ottengono risparmi sicuri grazie anche alle soluzioni energetiche applicate all'interno delle quattro mura. Ciò riduce il rischio di insolvenza da parte del mutuatario che non dovrebbe infatti avere difficoltà nel rimborsare le rate. A conferma di questo risultato c'è uno studio pubblicato negli Stati Uniti d' America "Home Energy efficiency and mortgage risk" dove secondo alcuni ricercatori dell'Università del Nord Carolina i mutui per costruzioni green risultano più funzionali rispetto a quelli tradizionali. Il rischio di default è molto più basso.

Cosa sono i prestiti ecologici? Chi sono i principali destinatari?

I prestiti green sono nati per incoraggiare la cittadinanza a sposare la cultura delle energie rinnovabili e creare maggiori investimenti nel campo dell'edilizia ecologica. I finanziamenti green possono rivolgersi sia alle aziende che ai privati. Nell'ultima categoria rientrano i lavoratori dipendenti, quelli pubblici, autonomi, pensionati e liberi professionisti. Un prestito green può essere erogato anche per l'acquisto di un mezzo di trasporto efficiente, per elettrodomestici e per tutti quei materiali ecologici al 100%.

Il prestito ecologico, detto anche green, rientra tra le forme di finanziamento finalizzato. Si rivolge a chi decide di acquistare, costruire o trasformare la propria abitazione, rendendola più eco-sostenibile.

Quale documentazione bisogna presentare alle banche?

Negli ultimi anni sono sempre più le banche che hanno deciso di investire in questo settore, andando incontro alle esigenze della popolazione, attratta dalle energie rinnovabili e dall'effetto positivo che esse generano. La banca richiede determinati documenti affinché la richiesta del soggetto, futuro mutuatario, venga accolta.

Riportiamo di seguito la documentazione necessaria per l'erogazione del capitale:

  •  il documento di riconoscimento, il codice fiscale e il documento che attesti il reddito del richiedente;
  •  il giustificativo della spesa, cioè un preventivo o una fattura;
  • Solitamente le banche accettano la concessione di mutui green per quegli investimenti che riguardano i seguenti ambiti di investimento ecologico:
  •  l'acquisto di immobili con classe energetica A o dotati di determinati parametri di efficienza;
  • gli interventi di riqualificazione energetica, specifici per l'acquisto di materiali termo isolanti o per il miglioramento, l' isolamento e l'adeguamento dell'impianto termico o dell'impianto elettrico ecc;
  • la costruzione di immobili con tecniche di bioedilizia.

Quali sono le banche che offrono questo servizio "green"?

Le banche che incoraggiano le energie rinnovabili e dunque uno stile di vita "amico" dell'ambiente vengono definite etiche. 

Ecco alcuni istituti di credito che si occupano di green economy:

  • Banca Etica offre il Mutuo Chirografario Ristrutturazione Efficientem, Progetto Fotovoltaico e il Mutuo Micro Energia di Banca Etica; 
  •  Intesa Sanpaolo presenta il Prestito Ecologico con una disponibilità di finanziamento fino a 100.000€, rimborsabili in quindici anni;
  • Banca Credem propone il Mutuo Energia, con una disponibilità di finanziamento pari alla copertura del 100% delle spese, da rimborsare fino a quindici anni, con tasso variabile o fisso;
  • Banco Popolare presenta Risparmio energia, con una disponibilità di finanziamento pari alla copertura del 100% delle spese fino ad un massimo di 100.000 euro, da rimborsare entro un massimo di sette anni nel caso di mutui chirografari, mentre la durata del possibile rimborso aumenta fino ad un massimo di dieci anni per mutui ipotecari o fondiari;
  • Banca Sella propone Finanziamento energia pulita, con una disponibilità di finanziamento pari alla copertura del 100% delle spese e prevede una durata massima di quindici anni;
  •  Bnl presenta Energia XL con una disponibilità di finanziamento che va da 10.000€ a 75.000€, rimborsabili da un minimo di sessantuno mesi ad un massimo di centoventi mesi;
  •  Monte dei Paschi di Siena propone PRS Ambiente, con una disponibilità di finanziamento che va da 15.000€ a 50.000€ con durata che va da quarantotto a centoventi mesi.

Quali sono i vantaggi delle detrazioni fiscali?

I mutui green presentano tassi agevolati e una delle particolarità più vantaggiose è sicuramente quella relativa al rimborso che può verificarsi in tutto o in parte con le agevolazioni fiscali. Sono inoltre previsti anche dei contributi statali rivolti proprio al tema della riqualificazione energetica.

Prestito Green di Bnl, cosa prevede?

Uno dei prestiti più vantaggiosi è Green di Bnl. Esso è dedicato in particolare a chi intende ristrutturare casa: il tasso fisso è al 6,99% e c'è l'opportunità di coprire fino al 100% tutte le spese sostenute. L'importo compreso va dai 5.000 ai 100.000 euro, mentre il tempo di rimborso dai sei mesi ai dieci anni. Bnl offre, inoltre, un check up energetico gratuito con tecnici specializzati che raggiungono il domicilio. Questa formula finanziaria permette inoltre di beneficiare di agevolazioni fiscali esistenti per gli interventi di efficientamento energetico.
"Grazie al Finanziamento BNL Green Famiglie è possibile realizzare il proprio progetto di efficientamento energetico con tassi agevolati e il beneficio delle agevolazioni fiscali esistenti. Per sostenere le famiglie in questo cambiamento, BNL offre un check up energetico gratuito volto a quantificare i benefici economici rispetto agli attuali costi di gestione. Con il finanziamento è possibile, inoltre, ottenere fino a 100.000 euro da rimborsare in massimo 120 mesi" rende noto l'istituto di credito che realizza questo progetto per risparmiare l'energia e proteggere l'ambiente.


Mutuo per case ecologiche, quali sono le classi energetiche?

Il mutuo per l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di una casa ecologica mira a ridurre l'impatto negativo sull'ambiente e al contempo a fronteggiare lo sperpero di energia. In questo caso gli immobili che rispondono a tali requisiti rientrano nelle classi energetiche A. 

Mutuo per la ristrutturazione delle case ecologiche, cosa bisogna sapere?

Se scegliamo di sottoscrivere un contratto per un mutuo finalizzato ad eseguire dei lavori di ristrutturazione per un'abitazione ecologica, dobbiamo tener conto che si tratta operazioni volte alla riqualificazione energetica. Si parte dunque dagli interventi di isolamento termico sino ad arrivare ai lavori riguardanti l'impianto elettrico e il sistema di riscaldamento. L'intento di tale opera di restyling sarà quella di raggiungere una riduzione delle dispersioni energetiche, che rappresentano infatti le cause principali nell'aumento del consumo energetico.

Mutuo per case ecologiche, la tabella

Vi proponiamo di seguito una tabella informativa per avere tutte le informazioni sulle varie soluzioni di mutuo green. Ricapitoliamo qui le migliori proposte presenti sul mercato:

MUTUO PER CASA ECOLOGICA

INFORMAZIONI

ETICREDITO- BANCA ETICA Raggiungimento della classe energetica A: fino all'80% dei costi da sostenere
BNL Ristrutturazione e riqualificazione energetica: fino al 90% per il fotovoltaico; fino al 100% per le biomasse
UNICREDIT Ristrutturazione e riqualificazione energetica: da 50.000 a 150.000 euro; da 5 a 20 anni di rimborso; fino all'80% della spesa da sostenere
CREDITO TREVIGIANO Mutuo ipotecario; mutuo fondiario
BANCO DI RESCIA E BANCA DI VALLE CAMONICA Riqualificazione energetica degli edifici: fino al 100% dei costi; fino all'80% del valore dell'immobile; durata massima di 40 anni
BANCA MARCHE Fino al 100% delle spese da sostenere; fino a 150.000 euro
BBC METAURO Riqualificazione energetica e ristrutturazione: Mutuo ipotecario; Mutuo Chirografario; fino a 100.000 euro; rimborso fino a 12 anni; spread dal 3,75% al 4,75%

Mutuo per case ecologiche, ecco il video informativo

Di seguito vi proponiamo la visione di questo filmato che riassume quali sono le agevolazioni fiscali per chi ristruttura o realizza un immobile seguendo determinate regole legate allo sfruttamento delle energie alternative e alla creazione di un ambiente eco-sostenibile. Gli incentivi sono destinati, infatti, a determinati interventi di riqualificazione energetica e di ristrutturazione.

Articolo letto 1.608 volte

Dott.ssa Tiziana Casciaro

La Guida - articoli principali

(Clicca sulla freccia per espandere più articoli)