Fideiussione bancaria: cos'è?

Che cos'è una fideiussione bancaria e come si ottiene? Tutto quello che c'è da sapere sulla fideiussione bancaria, legge, adempimenti del creditore e dell'istituto di credito e molto altro.

Avete intenzione di costruire una famiglia con il vostro partner e come primo passo della vostra nuova vita insieme avete deciso di acquistare casa insieme? Siete un imprenditore e volete effettuare degli investimenti che vi possano aiutare ad ampliare i locali adibiti al vostro lavoro oppure ad acquistare dei macchinari utili a migliore le tempistiche e le qualità dei prodotti che vendete?

In questi casi (e in molti altri, ovviamente), se i soldi che vi servono non bastano a coprire l'investimento che si vuole intraprendere, la soluzione migliore è quella di rivolgersi ad un istituto di credito e, una volta valutate le garanzie e l'importo finanziabile, procedere con la richiesta di un mutuo classico o di un finanziamento con fidejussione bancaria. La seconda opzione è quella un po' più complessa ma, una volta capiti i meccanismi di funzionamento, può rivelarsi essere un ottimo sistema per ottenere la liquidità necessaria.

Quando parliamo di Fidejussione bancaria ci riferiamo ad una particolare situazione che vede la banca come protagonista: in queste situazioni, infatti, è l'istituto di credito a diventare garante di un prestito. Considerando tale presupposto, quindi, i beneficiari della fideiussione bancaria possono dormire sogni tranquilli. Ma come funziona la fidejussione? Quanto costa? Ce ne sono di tipi diversi o solo uno? Scopriamolo insieme di seguito.

CHE COS'E' LA FIDEIUSSIONE BANCARIA

Dopo il breve preambolo iniziale, andiamo a scoprire oggi quella che è la fideiussione bancaria. Questa procedura è a tutti gli effetti una garanzia legale di pagamento e può essere descritta come quel documento tramite il quale la banca si prende l'impegno a soddisfare l'obbligazione, nel caso in cui chi ha sottoscritto questo contratto non sia più in grado di pagare il proprio debito. Secondo quanto riportato dall'articolo 1936 del Codice Civile, il fideiussore (ossia la banca) è il garante del pagamento del debitore verso terzi "impegnandosi unilateralmente con il creditore nel caso di mancato pagamento da parte del debitore".

Generalmente la fideiussione bancaria viene richiesta da una persona al proprio istituto di credito nel preciso istante in cui firmano un contratto di tipo economico o finanziario con una terza parte. Questo sistema rappresenta la più tradizionale forma di garanzia che viene utilizzata da parte dei creditori con il preciso scopo di ottenere la certezza del pagamento del finanziamento.

ESISTONO LIMITI DI CREDITO PER LA FIDEIUSSIONE?

Nel momento in cui una persona ricorre alla fideiussione bancaria si pone sempre una questione piuttosto critica: esistono limiti di credito entro i quali può essere concessa una fideiussione bancaria? Secondo la legge no: questo vuol dire che ogni cifra è possibile. E' normale, tuttavia, che al momento della richiesta di ottenimento di una fideiussione bancaria, l'istituto di credito a cui ci si è rivolti svolgerà delle indagini per accertarsi che il richiedente sia effettivamente in grado di riuscire a pagare il debito, attraverso un'analisi accurata del soggetto in questione, sia sotto un punto di vista economico, sia patrimoniale.

Accade con sempre maggiore frequenza che la banca, prima di apporre la firma nel contratto in modo da diventare automaticamente garante del debito, richieda al contraente una "contro fideiussione": facendo così, l'istituto di credito porrà il debitore nella condizione di ottenere ugualmente la cifra di denaro mancante nel caso in cui non sia in grado di pagarla.

QUALI SONO LE CONDIZIONI PREVISTE DALLA BANCA?

Partendo dal presupposto che la banca sia la garante di un prestito, è lo stesso istituto di credito che chiede al contraente di effettuare un deposito cauzionale in contanti o in titoli azionari. Non solo: al momento della stipula del contratto, la fideiussione verrà segnalata in modo ufficiale alla Centrale di Rischio: facendo così il debitore viene messo in una situazione in cui troverà molto più difficoltoso riuscire ad ottenere dei finanziamenti presso altre società creditizie e, in questo modo, avrà tutta la concentrazione necessaria a saldare i propri debiti.

QUANTO TEMPO SERVE PER OTTENERE UNA FIDEIUSSIONE BANCARIA?

Un'altra questione che richiama l'attenzione delle parti in causa in questo contratto, riguarda il tempo necessario ad ottenere la fideiussione. L'iter burocratico prevede un lasco di due o tre settimane, un periodo di tempo entro il quale l'istituto di credito si prende il tempo per fare tutte le indagini della situazione in questione e per dare una conferma positiva o meno.

QUALI TIPI DI FIDEIUSSIONE BANCARIA SONO POSSIBILI?

Il mercato finanziario ci propone diverse tipologie di fideiussioni, mentre un istituto di credito fornisce generalmente solo due possibilità:

  1. La fideiussione solidale: viene scelta nel momento in cui i fideiussori siano rappresentati da due o più banche che si impegnano tutte insieme ad assolvere i debiti che sono stati contratti dal sottoscrivente nei confronti del beneficiario. Quando si sceglie questa particolare opzione, bisogna tenere conto che esiste un tetto massimo entro il quale i fideiussori non hanno l'obbligo di intervenire. Nel caso ci si ritrovi di fronte ad un mancato pagamento, gli istituti di credito dovranno rispondere in prima persona all'assoluzione del debito.
  2. La fideiussione con beneficio d'escussione: la banca e il beneficiario sono obbligati solo dell'importo residuo dopo l'escussione del debitore garantito. Non solo: in caso di mancato pagamento, il beneficiario avrà il compito di rivolgersi prima al debitore e solo in un secondo momento all'istituto di credito. 

QUANTO COSTA UNA FIDEIUSSIONE BANCARIA?

Quando ci ritroviamo ad avere a che fare con una pratica a noi sconosciuta dobbiamo valutare tutti i pro e i contro a cui andiamo incontro. Uno tra questi è sicuramente rappresentato sicuramente dall'ammontare delle spese e degli oneri. Dal momento che l'attore protagonista della fideiussione è la banca, bisogna tenere conto che i costi sicuramente andranno a lievitare rispetto a quelli che si possono sostenere nei confronti di una fideiussione finanziaria o assicurativa.

Come annunciato in precedenza, la banca al momento della sottoscrizione del contratto chiede al debitore un deposito a garanzia dell'importo da garantire. Non solo: oltre a questa sorta di caparra il sottoscrivente dovrà pagare una commissione dell'1% del totale ed un premio con una percentuale di interesse che oscilla tra lo 0,75% e il 3% e che viene calcolato su base trimestrale. Il tasso d'interesse aumenta in modo direttamente proporzionale alla cifra in questione e alla durata del prestito: più alta sarà la cifra e più lungo sarà il tempo previsto, più elevata sarà la percentuale di interesse.

QUALI REQUISITI SONO NECESSARI?

Al momento della richiesta di una fideiussione, l'istituto di credito di riferimento effettuerà tutti i controlli nei confronti del debitore, in modo da capire se quest'ultimo è in grado di assolvere al proprio debito.

Nel caso in cui il sottoscrivente sia rappresentato da una persona fisica, la persona in questione dovrà portare alla banca i seguenti documenti:

  • Documento d'identità
  • Codice fiscale
  • Ultime due buste paga
  • Visura camerale
  • Modello unico, 730 o CUD
  • Recapiti telefonici

Se, invece, si tratta di una persona giuridica, i documenti richiesti sono: 

  • Documento d'identità dell'Amministratore dell'azienda
  • Codice Fiscale dell'Amministratore
  • Ultimi due bilanci aziendali
  • Situazione contabile corrente
  • Stato patrimoniale
  • Modello unico

CONSIGLI

Come accade per l'avvio di ogni pratica, Guida-Mutui.it vi consiglia sempre di non accettare mai il primo preventivo ma di spendere un po' di tempo per valutare le diverse opzioni che vengono offerte dalle banche: in questo modo avrete la possibilità di consultare tutte le diverse varianti possibili e scoprire anche quale sia l'offerta che fa al caso vostro e che viene costruita in base alle vostre esigenze.

Nel caso in cui siate il creditore, l'entrata in campo di una fideiussione bancaria vi permette sicuramente di dormire sogni tranquilli, considerando che il garante in questione è piuttosto importante.

Articolo letto 69.606 volte

Dott.ssa Giulia Ceschi